Le Ferrari di Sergio Scaglietti e un’asta di rottami prestigiosi: Modena Motor Gallery “scalda i motori”

Sabato 23 e domenica 24 settembre Modena Fiere, nell’ambito di Modena Motor Gallery, si prepara ad ospitare le più belle Ferrari Scaglietti con la mostra “Le Ferrari di Sergio Scaglietti, maestro carrozzaio” e un’asta a busta chiusa unica nel suo genere. Si tratta di “Barn Finds My Love, Rottami d’Amore”: vetture non restaurate, scocche e telai che necessitano di un totale o profondo restauro. “Rottami” che avranno la possibilità di rivivere in futuro
Personaggio fondamentale nella storia della Casa di Maranello, da semplice lattoniere – addetto alla riparazione dei parafanghi delle auto da corsa – Sergio Scaglietti ha poi “creato” grandi capolavori come la 250 Testa Rossa e l’indimenticabile 250 GTO. E’ questa la storia di Sergio Scaglietti, a cui tra pochi giorni verrà reso omaggio con la mostra “Le Ferrari di Sergio Scaglietti, maestro carrozzaio”: in programma a Modena Fiere sabato 23 e domenica 24 settembre nell’ambito della quinta edizione di Modena Motor Gallery.
Quest’anno il filo conduttore della manifestazione sarà rappresentato dagli artigiani appartenenti alla nostra terra che con il loro ingegno e la loro passione hanno reso unico al mondo questo territorio. Tra gli altri saranno presenti anche i Musei Ferrari, collezionisti e commercianti privati, mentre fulcro della manifestazione sarà l’asta a busta chiusa: “Barn Finds My Love, Rottami d’Amore”. Vetture non restaurate, scocche e telai che necessitano di un totale o profondo restauro. “Rottami” che avranno la possibilità di rivivere in futuro. L’allestimento scenografico sarà parte integrante dell’asta, che durante i giorni espositivi arricchirà la mostra creando un’atmosfera singolare. Le sole protagoniste sulla scena saranno le auto o quello che ne rimane che, illuminate da un unico fascio di luce, attendono il momento di riprendere vita. Tra i lotti già presenti un telaio originale Ferrari 250 GTE modificato e una carrozzeria 250 GTE I° serie del 1960 completa di porte, cruscotto, tappezzeria e dagli USA una originale Kaiser Darrin, pezzo raro in Italia, nata dalla matita del designer Darrin, autore della bottiglietta Coca-Cola.
All’asta anche un pezzo esclusivo: una dima De Tomaso donata dalla Collezione Umberto Panini, il cui ricavato sarà devoluto all’Unione Italiana Lotta Distrofia Muscolare (UILDM).
Modena Motor Gallery proporrà, oltre ai padiglioni dedicati ai commercianti di auto e moto, ai Club e Associazioni più prestigiose, editoria, automobilia, ricambi, accessori e oggettistica, anche una “Piazza dei Privati”, con 100 spazi in cui ci sarà la possibilità di scambiare o vendere la propria auto o moto storica.

Info: www.motorgallery.it

Condividi su / Share on:

Autore dell'articolo: Francesca